Lunedì • Martedì • Mercoledì
TUTTI I FILM A PREZZO RIDOTTO

clicca qui per scoprire tutte le promozioni e le condizioni di applicabilità

La Programmazione

 

ACQUISTA SUBITO IL TUO BIGLIETTO
  • IN PROGRAMMAZIONE

    Orari degli Spettacoli
    18:00 – 20:00 – 22:00

    (da Venerdì 1° Luglio solo alle ore 18:45)


    Genere: Animazione
    Durata:
    105 minuti
    Regia: Angus MacLane


Trama

La nuova avventura d’azione che racconta le origini di Buzz Lightyear, l’eroe che ha ispirato il giocattolo di Toy Story, presentando il leggendario Space Ranger che avrebbe conquistato generazioni di fan.


  • IN PROGRAMMAZIONE

    Orari degli Spettacoli
    18:30 – 21:30

    (da Venerdì 1° Luglio solo alle ore 21:00)


    Genere: Biografico – Musicale
    Durata:
    160 minuti
    Regia: Baz Luhrmann
    Cast: Tom Hanks, Austin Butler, Luke Bracey, Dacre Montgomery, Richard Roxburgh


Trama

Nascita, crescita, apoteosi e inizio di declino di Elvis Aaron Presley, il mito di più generazioni, vengono raccontati e riletti dal punto di vista del suo manager di tutta una vita: il Colonnello Tom Parker. È lui che accompagna, con voce narrante e presenza in scena, la dirompente ascesa di un’icona assoluta della musica e del costume mentre si impegna, apertamente ma anche in segretezza, per condizionarne la vita con il fine di salvaguardare la propria.


  • IN PROGRAMMAZIONE

    Orari degli Spettacoli
    20:00 – 22:00

    (da Venerdì 1°Luglio solo alle ore 21:00)


    Genere: Horror
    Durata:
    102 minuti
    Regia: Scott Derrickson
    Cast: Ethan Hawke, Mason Thames, Madeleine McGraw, Jeremy Davies, James Ransone


Trama

Finney Shaw, un timido ma intelligente ragazzo di 13 anni, viene rapito da un sadico assassino che lo rinchiude in un seminterrato insonorizzato dove le urla servono a poco. Quando un telefono disconnesso inizia a squillare sul muro, Finney scopre di poter sentire le voci delle precedenti vittime dell’assassino. E sono decisi a fare in modo che ciò che è successo a loro non accada a Finney.


  • solo il 27-28-29 Giugno

    Unico Spettacolo
    18:00

    Genere: Animazione
    Durata:
    115 minuti
    Regia: Masashi Ando, Masayuki Miyaji


Trama

La storia ha luogo in un mondo feudale dove un grande impero negli anni ha soggiogato e annesso vari regni. Chi si è opposto strenuamente al suo dominio è Van, leader dei guerrieri schierati contro l’invasione. Finito in catene, è diventato uno schiavo assegnato alle miniere di sale. Una notte un branco di lupi entra nelle miniere seminando il panico. Tutti coloro che vengono morsi finiscono per essere infettati e morire, tranne Van che riesce a scappare e durante la fuga salva una bambina, Yuna, anche lei misteriosamente sopravvissuta al “Mittsal”, la piaga portata dai lupi . Assistito dal medico e ricercatore Hossal inizia così ad indagare sulla malattia, che nel frattempo ha colpito anche la corte. Ma proprio il sangue dei sopravvissuti potrebbe costituire la base per la tanto sospirata cura, e per questo Van e Yuna saranno oggetto di una frenetica caccia all’uomo.


  • da Giovedì 30 Giugno

    Unico Spettacolo
    19:00

    Genere: Commedia
    Durata:
    90 minuti
    Regia: Nicolas Benamou
    Cast: Christian Clavier, Benoît Poelvoorde, Thierry Lhermitte, Jérôme Commandeur, Gerard Depardieu


Trama

Agosto 1970, nel pieno del periodo yéyé. Come ogni anno, il miliardario Croissant e sua moglie Eliane hanno invitato la crème dello show-business nella loro sontuosa villa di Saint-Tropez. Nulla sembra poter rovinare i festeggiamenti tranne il preoccupante sabotaggio della decappottabile della coppia. Convinto di essere vittima di un tentato omicidio, Croissant coinvolge l’amico ministro Jacques Chirac per avvalersi dei servizi del miglior poliziotto di Parigi. Ma nel cuore dell’estate è disponibile solo il Commissario Botta a poche settimane dal pensionamento. Tanto arrogante quanto incompetente, è con metodi molto personali che il poliziotto seguirà le orme del piantagrane.


  • da Venerdì 1° Luglio

    Orari degli Spettacoli
    19:00 – 21:15

    Genere: Animazione
    Durata:
    125 minuti
    Regia: Hayao Miyazaki


Trama

La piccola Chihiro non sopporta l’idea di traslocare e di perdere i propri amici, ma non può far niente per impedirlo. Proprio quando la famiglia è in viaggio verso la nuova casa, il padre imbocca una strada sterrata che termina davanti a un tunnel misterioso. I genitori sceglieranno di attraversarlo nonostante le rimostranze di Chihiro, per giungere a un parco dei divertimenti abbandonato, almeno apparentemente.
Il titolo più celebrato – un Orso d’Oro e un Oscar – e forse amato del corpus miyazakiano, quello destinato a mettere d’accordo tutti, dai fan agli amanti occasionali del lavoro del regista giapponese. Giunto dopo le fatiche de La principessa Mononoke e dopo uno dei molti annunci di ritiro infine non concretizzatisi, La città incantata sintetizza con un linguaggio sempre più ricco i temi cari sin dagli inizi di carriera al regista, calandoli in un contesto totalmente fiabesco e allegorico. Il lato visionario si scatena grazie alla molteplicità di forme assunte dai diversi spiriti che abitano le terme di Yu-baba, le musiche di Hisaishi Joe sono tra le più struggenti mai ascoltate e la narrazione coniuga in maniera esemplare le esigenze di entertainment – travolgente il dinamismo delle sequenze di azione, come quella di Haku inseguito dagli omini di carta animati – e i momenti più intimisti, in cui Chihiro trova il tempo di riflettere sulla sua condizione e di comunicare empaticamente con il pubblico, aiutandolo a comprendere l’universalità del messaggio del film. Ogni dettaglio dello sfondo o personaggio apparentemente minore assume vita e senso propri, nel décadrage meticoloso di uno scenario corale che si ramifica per poi ricongiungersi, ritrovando il filo proprio quando sembrava prevalere un nuovo spunto.
Miyazaki rilegge Lewis Carroll, ha detto qualcuno, ma di fronte a un nuovo classico ha poco senso enumerare gli antecedenti: la forza de La città incantata è infatti tale da porlo come esempio a pieno titolo di racconto pedagogico contemporaneo, allegoria della crescita e della perdita (così inizia la storia, con un biglietto di addio) sotto forma di fiaba, in cui il piano superficiale di lettura non deve compromettere in alcun modo la godibilità della sua fruizione per poter veicolare i propri simbolismi. In un periodo di tempo, indeterminato come le regole del mondo degli spiriti, Chihiro vive un viaggio interiore ed esteriore che è quasi un trailer, una versione condensata, della vita destinata ad attenderla.
Irta di difficoltà e di dispiaceri (la perdita di persone care), di ipocrisia e grettezza (le rane al servizio di Yu-baba), di trasformazioni e maturazioni (il Senza-volto): amore, lavoro e senso di responsabilità si succedono sotto forma di prove, a cui Chihiro viene più o meno consapevolmente sottoposta prima di acquisire una nuova saggezza. Come la Dorothy che torna da Oz, così Chihiro non dimenticherà mai il suo viaggio incantato né la lezione ad esso sottesa, facendone tesoro per affrontarne uno ancor più incerto e pieno di incognite. E salire così su un treno dalle tappe meravigliose che procede, inesorabilmente, in una sola direzione.


  • da Mercoledì 6 Luglio

    PREVENDITA ATTIVA!


    Orari degli Spettacoli
    2D 17:30 – 18:45 – 21:15 – 22:30
    3D 20:00

    Genere: Azione
    Durata:
     118 minuti
    Regia: Taika Waititi
    Cast: Chris Hemsworth, Tessa Thompson, Natalie Portman, Taika Waititi, Christian Bale


Trama

Nessun personaggio Marvel ha avuto una vita al cinema tanto complicata quanto Thor nei suoi film da protagonista, ma con il precedente Thor – Ragnarok sembra aver finalmente trovato la giusta ricetta. Confermato quindi il dissacrante regista neozelandese Taika Waititi, che riporta in scena anche Natalie Portman nei panni di Jane Foster, la quale pare destinata ad acquisire a sua volta i poteri di Thor. Inoltre rivedremo la Valchiria interpretata da Tessa Thompson e pure tutta la banda dei Guardiani della Galassia, e poi Jaime Alexander nel ruolo di Sif e Jeff Goldblum nei panni del folle Gran Maestro. Il villain principale però sarà nelle sicure mani di Christian Bale, che interpreterà Gorr il macellaio di dèi.